Via Veneto è lontana da Pescasseroli

Non ero mai stato a Pescasseroli, Elena al volante, approfittiamo del ponte del 2 giugno per andarci.

Mattina assolata, niente bandiere per la festa della repubblica, ma tante foto in bianco e nero di personaggi dello spettacolo di qualche decennio fa. All’inizio pensavo ad una trovata estemporanea di qualche cittadino appassionato di cinema, poi leggo bene: “Da via Veneto a Pescasseroli” con sotto i loghi della regione e di altre istituzioni, è quindi una cosa seria, nelle intenzioni.

IMG_20170602_090132

 

IMG_20170602_090308

Mi torna in mente Franco, il gestore della baita dove alloggiamo, che mi ha raccontato come il paese sia pieno di ville dei personaggi famosi dello spettacolo, ma non svanisce il senso di sottile tristezza che mi mettono quelle fotografie che sono pur belle, ma troppo nostalgiche, come se il paese non fosse interessante di suo.

Ritornando alla baita che ci ospita Franco mi indica con il dito una montagna: “vedi, lassù era pieno di pecore, di questi tempi ce n’erano migliaia, adesso niente”, da Via Veneto al tratturo la strada è veramente tanta e ci si può perdere facilmente.

IMG_20170602_121722

Da laureato in filosofia mi ero fatto una certa aspettativa sulla città natale di Benedetto Croce, insieme a Gramsci il più rilevante pensatore italiano del Novecento a mio parere. Casa natale apparentemente in disuso e figura dimenticata.

IMG_20170602_091103IMG_20170602_091220

 

Il giorno dopo gran bella camminata sul monte Tranquillo, carpini e altri grandi alberi con quel bel muschio che toccandolo sembra di accarezzare la schiena di un grande animale docile.

IMG_20170603_140441IMG_20170603_103624

IMG_20170603_100210hdr

 

La sera il festival della montagna, sotto lo sguardo perplesso di una diva del cinema tedesca degli anni settanta ritratta sorridente in foto.

Un gruppo di donne canta, lavora la lana, legge e racconta la vita di questi luoghi tra pastorizia ed emigrazione. Linguaggio della musica, delle mani e della parola si intrecciato insieme come la matassa che diventa filo morbido. Bravissime.

Un simpatico signore dalla barba bianca ha costruito insieme ai bambini una specie di caminetto con fango e paglia, adesso il fuocherello è acceso.

IMG_20170603_180007IMG_20170603_174906

Dive del cinema, registi famosi, Benedetto Croce, la montagna, i canti popolari, le pecore, provo a immaginare, senza riuscirci, la carta di identità di questo paese.

Il pomeriggio incontriamo l’amico Paolo Piacentini che ci porta nella piccola pasticceria di Tiziano, spicchi di arancia e fichi ricoperti di cioccolata: goduria.

La mattina successiva c’è un bel convengo nell’ambito del festival, una allevatrice racconta storie di eroismo quotidiano tra terremoto e burocrazia. Parla il presidente del Parco Nazionale dell’Abruzzo. Paolo Piacentini con la consueta passione tocca diversi temi, mi colpisce che le foglie dei faggi di alta quota stanno cambiano colore a causa del surriscaldamento globale. Franco Arminio parla della “sindrome del giorno dopo”. Quando parliamo di montagna, di piccoli paesi, siamo sempre tutti d’accordo, poi il giorno dopo non succede niente, tutto va avanti come prima.

IMG_20170604_120947

Poi si va in piazza, dove si canta e si balla anche a mezzogiorno.

IMG_20170604_131102

 

 

Annunci

2 pensieri su “Via Veneto è lontana da Pescasseroli

  1. Gentile Bellucci,

    mi dispiace contraddirla, ma la casa natale di Benedetto Croce non è affatto in disuso. Al contrario e’ una casa museo nella quale si effettuano interessanti visite guidate di più di un’ora nei due piani del palazzo.
    Per comprensibili ragioni di carattere economico la casa museo Palazzo Sipari non è aperta tutti i giorni, ma si fa il possibile per aprire nei periodi di affluenza turistica. Infatti durante il ponte del 2 giugno la casa museo è stata aperta da venerdì 2 a lunedì 5 compreso. Mi diaspiace che lei non abbia avuto la fortuna di passare davanti al palazzo in quei giorni tra le 10 e le 20 perché noi eravamo lì ed avevano anche organizzato con degli “amici” locali una bellissima esposizione di artigianato e di pittura. Spero che abbia la possibilità di tornare a Pescasseroli e di venirci a trovare, saremo lieti di farle visitare la casa natale di Benedetto Croce.

    Liked by 1 persona

    1. Buongiorno e grazie per la precisazione, il mio articolo come è evidente è frutto di impressioni soggettive, ho usato infatti l’avverbio “apparentemente”. Come prima cosa ho chiesto dov’era la casa natale del famoso filosofo e mi ci sono recato verso le nove di mattina, non ho trovato nessun cartello o indicazione che informasse dell’imminente evento, magari per un turista un semplice foglio informativo può essere utile, mio umile suggerimento. Grazie per l’invito, spero di riuscire a tornare, buona giornata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...