A spasso nel tempo e nello spazio

Ospito volentieri e con gratitudine un articolo ed alcuni scatti di Eleonora Guerra, animatrice culturale e fotografa di Pergola, che ha partecipato all’Archeopasseggiata.

A SPASSO NEL TEMPO E NELLO SPAZIO

Una strada, tante storie del passato

E poi ti ritrovi, una mattina di Marzo, a spasso nel tempo e nello spazio.

Scesa dalla macchina eccomi in una città che c’era e che …. c’è ancora, l’antica città romana di Suasa. La curiosità di calcare le sue strade basolate, il desiderio di essere accolti come ospiti nell’ abitazione di una delle più ricche ed autorevoli famiglie della zona nel II sec. d.C. e cioè nella prestigiosa Domus dei Coiedii, per poi intraprendere l’antica via romana che, dal Foro in linea retta, si dirige verso Corinaldo, ha già il sapore di un’avventura tutta da scoprire.

Eleonora Guerra 1

Con il Catria e il Nerone alle spalle, come numi tutelari e il fiume Cesano a segnare la via, zaino in spalla, ottima compagnia, sono pronta a immergermi in questa archeo-passeggiata.

Lungo la strada bordata dai gialli fiorellini della colza e da quelli violetti della pervinca, passo dopo passo, chilometro dopo chilometro, abbiamo scoperto il significato del biancospino, sacro alla Dea Maia, l’antica dea della fecondità e del risveglio di primavera; risentito gli echi dei canti di lavoro nei campi e quelli delle donne della filanda, intente a curare i preziosi bozzoli dei bachi per poi trasformarli in meravigliosa seta. E poi ancora i racconti dei contadini che, malgrado il duro lavoro quotidiano, trovavano il tempo e il modo di divertirsi, ballando il saltarello, magari in un lago prosciugato, in barba al padrone e ai suoi divieti. Abbiamo conosciuto la storia tragica ed eroica del bersagliere Luigi Salvini, ucciso dai tedeschi in ritirata, perché appartenente alla resistenza partigiana.

E ancora, passo dopo passo, in questo gioioso saltabeccare fra i secoli e le ere, fra superstizioni, credenze religiose cristiane e riti atavici, ci siamo ritrovati al limitare di una foresta di conifere! Sì ma una foresta fossile! Nel Quaternario e nel Pleistocene, infatti, lungo la valle del Cesano, si sviluppò una rigogliosa foresta di conifere, per giunta popolata da alci, bisonti della steppa e cervidi. Purtroppo però, in piena era glaciale fu sepolta dai sedimenti erosi dal Catria e portati a valle dal fiume Cesano. Con l’innalzamento delle temperature, il fiume tornò a scavare il fondo valle, riconquistando il suo antico alveo ed erodendo nuovamente il terreno. Così facendo, piano piano, riportò alla luce i resti fossilizzati di questa meravigliosa foresta ormai pietrificata e dei suoi abitanti, e visibili ora in loco o nei musei ad essa dedicati.

Eleonora Guerra 2

Infine stanchi ma soddisfatti, prima di un’abbondante “libagione”, giusto per rimanere in tema, abbiamo avuto tutto il tempo di goderci la visita agli scavi della chiesa di Santa Maria in Portuno, eretta sopra i resti di un antica fornace romana appartenente a quella che doveva essere una ricca fattoria. Una chiesa che racconta tante storie, stratificate una sopra l’altra, in cui si entra in religioso silenzio per poter apprezzare “La Madonna ai piedi della croce” di Claudio Ridolfi (prima metà del XVII secolo) e gli affreschi a tema mariano di datazione ‘400-’500. A cui fa seguito il ricco antiquarium con i reperti della campagna di scavi. Una sosta meritata, infine alla mostra delle tavolette votive, espressione di una religiosità e di una fede genuina e popolare, che ci narrano le vicende quotidiane di un’umanità anch’essa persa nelle pieghe del tempo.

Eleonora Guerra 4Eleonora Guerra 3

E se il miliario custodito in fondo alla chiesa, e risalente al 300 d.C. circa è originale del luogo come si crede, be’ eravamo a “soli” 184 miglia da Roma!! Quindi…ripartiamo???

Grazie all’associazione culturale GESTO Generazione Storia Orizzonti www.genest.it che ha curato la archeo-passeggiata, al Consorzio Città Romana di Suasa che ci appositamente aperto gli scavi e all’ A.C.L.I di Madonna del Piano per il pranzo!

Eleonora Guerra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...